• Solo online
N°2 Cartelli in PVC plastificato "AREA VIDEOSORVEGLIATA" - 15 x 22,5 cm - Aggiornato GDPR UE 2016/679

N°2 Cartelli in PVC plastificato "AREA VIDEOSORVEGLIATA" - 15 x 22,5 cm - Aggiornato GDPR UE 2016/679

  • N° 2 adesivi 22,5 x 15 cm realizzati su PVC plastificato Aggiornato GDPR UE 2016/679.

  • Obbligatori da esporre in presenza di telecamere, come previsto dalla legge.

  • Resistenti all'acqua, intemperie e ai graffi, adatti per interni e esterni.

  • Efficace per proteggere la tua proprietà e la tua sicurezza personale.
  • Ottimi per scoraggiare malintenzionati e avvisarli della presenza di tecnologie di localizzazione.
  • Resistenti al calore e ai raggi UV.
Disponibile
6,52 €

Quantità Sconto unità Risparmia
2 5% 0,65 €
3 10% 1,95 €
5 20% 6,52 €
10 30% 19,55 €
 

I cartelli sono realizzati con tecnica solvente su supporto in PVC di alta qualità e protetti con un film trasparente per una maggiore resistenza.

S presentano come un foglio bianco con scritta nera, di facile applicazione su una superficie pulita e asciutta, fondamentali per allontanare i malintenzionati, proteggere i tuoi beni e la tua sicurezza personale!

Il prezzo si riferisce a n° 2 cartelli.

I vecchi cartelli di videosorveglianza sono ancora validi?

I vecchi cartelli in circolazione fanno riferimento all’articolo 13 del D.Lgs 196/2003, articolo che è stato abrogato dal D.Lgs 101/2018.

E’ quindi necessario sostituire tali cartelli oppure correggerli applicando una nuova dicitura, quale ad esempio: “Provvedimento in materia di videosorveglianza 8 Aprile 2010 e Reg. EU 2016/679 GDPR“.

Area Videosorvegliata e Informative

L’informativa agli interessati ripresi è SEMPRE necessaria.
L’Autorità Garante e le linee guida puntualizzano come l’informativa debba avere un approccio a più livelli.

Una prima informazione votata a premiare l’immediatezza è costituita dai citati cartelli che dovrebbero essere ben visibili immediatamente prima che l’interessato possa entrare nell’area videosorvegliata.
Se la videocamera può effettuare anche riprese notturne, il cartello deve essere visibile anche di notte.

Il Garante italiano nel Provvedimento in materia di videosorveglianza individuato un modello semplificato di informativa “minima”, indicante il nome del titolare del trattamento, la finalità perseguita (nel caso l’impianto possa rendere possibile il controllo a distanza dell’attività dei lavoratori dell’azienda la finalità deve necessariamente ed esclusivamente rientrare nel trittico: Sicurezza del lavoro / Tutela del patrimonio aziendale / Esigenze organizzative e produttive) e comprensivo di un pittogramma (eventualmente diversificato al fine di informare se le immagini sono solo visionate o anche registrate).

A livello europeo le linee guida prevedono che l’avviso debba:

  • identificare il “titolare”
  • specificare la finalità della sorveglianza
  • menzionare chiaramente se le immagini vengono registrate o meno
  • fornire informazioni di contatto e un collegamento alla informativa di videosorveglianza online (se disponibile)
  • se un’area esterna agli edifici è sotto sorveglianza, questo dovrebbe essere chiaramente indicato.

Una seconda informativa, estesa, con tutte le informazioni richieste dal regolamento sarà posizionata all’interno del perimetro (all’interno del locale, nel punto di accoglienza, in portineria…).

850392

Valutazione Commenti (1)

16 altri prodotti della stessa categoria:

Product added to wishlist